Chi siamo

OVINUS – 1° Concorso internazionale dei formaggi ovini è promosso da un partenariato composto da Assessorato dell’Agricoltura e riforma agro-pastorale della Regione Autonoma della Sardegna, Laore Sardegna, agenzia regionale per lo sviluppo in agricoltura, Camera di Commercio, industria, agricoltura e artigianato di Nuoro, Consorzio per la tutela del formaggio Pecorino Romano DOP,  Consorzio per la tutela del formaggio Pecorino Sardo DOP,  Consorzio per la tutela del formaggio Fiore Sardo DOP e OILOS, Organismo interprofessionale latte ovino sardo.

I partner

Assessorato dell’agricoltura e riforma agro-pastorale della Regione Autonoma della Sardegna

L’Assessorato regionale ha come materie di competenza la riforma dell’assetto agro-pastorale, la produzione agricola ed allevamento del bestiame, l’assistenza tecnica, la valorizzazione e la tutela dei prodotti agricoli, la ricomposizione fondiaria, le bonifiche, trasformazioni e miglioramenti fondiari ed agrari, la programmazione della viabilità rurale, le incentivazioni creditizie, le funzioni amministrative sull’applicazione del regime delle quote latte (in particolare attività di indirizzo e monitoraggio sull’attuazione delle disposizioni normative e rapporti di natura non gestionale con l’Unione europea, Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, Agenzia per le erogazioni in agricoltura ed altre regioni), l’arboricoltura e forestazione produttiva e gli usi civici.

 

LAORE Sardegna

LAORE Sardegna è l’agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per l’attuazione dei programmi regionali in campo agricolo e per lo sviluppo rurale. Promuove lo sviluppo integrato dei territori rurali e la compatibilità ambientale delle attività agricole favorendo la multifunzionalità delle imprese, le specificità territoriali, le produzioni di qualità e la competitività sui mercati.

 

Camera di Commercio di Nuoro

La Camera di Commercio di Nuoro fa parte del Sistema camerale nazionale. È un “ente pubblico che svolge funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell’ambito delle economie locali” (definizione tratta dalla legge di riordino del Sistema Camerale – L. 580/93, modificata dal D.Lgs 15 febbraio 2010, n. 23).

La Camera è un ente autonomo in quanto è dotata di un proprio statuto, definisce un suo programma di azioni e le realizza con risorse esclusivamente proprie.

In generale le Camere di Commercio danno vita al sistema camerale italiano, caratterizzato da una struttura “a rete” che, tra l’altro, rende disponibile in tempo reale i dati di ciascun Registro Imprese su tutto il territorio nazionale.

Del sistema camerale fanno parte inoltre:

  • l’Unione Italiana delle Camere di Commercio – Unioncamere
  • le Unioni regionali delle Camere di Commercio
  • le Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE)
  • le Camere di Commercio estere in Italia legalmente riconosciute.

L’attuale presidente in carica è Agostino Cicalò.

 

Consorzio per la tutela del formaggio Pecorino Romano DOP

Il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano, costituito nel novembre del 1979 per volontà di un gruppo di operatori del Lazio e della Sardegna, ottiene (il 14 gennaio del 1981) dal Ministero dell’Agricoltura di concerto con il Ministero dell’Industria, l’affidamento dell’incarico di vigilanza sulla produzione e sul commercio del Pecorino Romano.

Dal 28 aprile 2002 il Consorzio ha ottenuto il nuovo incarico per la tutela della DOP da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Gli scopi del Consorzio, specificati nello statuto, comprendono la tutela e la vigilanza sulla produzione e sulla commercializzazione del Pecorino Romano, la tutela della denominazione in Italia e all’estero, l’incremento del consumo e il miglioramento qualitativo del prodotto, in collaborazione con organi e istituzioni regionali, nazionali e comunitarie.

Da quel momento il baricentro si spostò decisamente verso la Sardegna. Entrò nella stanza dei bottoni un esponente del mondo delle cooperative, Antonello Loddo, che guidò il Consorzio dal 1986 al 1992. Dal 1992 al 1996 il timone passò a un importante produttore privato, il sardo Serafino Pinna. Gli succedette, dopo un triennio, Salvatore Meloni che, eletto per la prima volta nel 1996, al suo quinto mandato, guidò il Consorzio fino al 2011. Dal 2011 al 2014 il Consorzio è stato guidato da Gianni Maoddi.

L’attuale presidente in carica è Salvatore Palitta.

 

Consorzio per la tutela del formaggio Pecorino Sardo DOP

Costituito il 2 luglio 1996 da 26 imprese lattiero-casearie operanti in Sardegna il Consorzio di Tutela è per Decreto Ministeriale l’unico Organismo di Rappresentanza della DOP Pecorino Sardo e dal 2002 è stato ufficialmente investito delle funzioni di tutela, promozione e valorizzazione della DOP, nonchè delle funzioni di vigilanza e controllo contro qualsiasi abuso, frode e contraffazione in commercio.

L’incarico ministeriale è stato puntualmente rinnovato ogni triennio.

Dal 2 Agosto 2007 il Consorzio ha sede legale a Villa Muscas, storica Villa di Cagliari che ospita uno dei Musei più rappresentativi e suggestivi della Civiltà Contadina in Sardegna.

Da oltre 20 anni il Consorzio di Tutela opera per il controllo della qualità e la promozione del Pecorino Sardo DOP in Italia e nel Mondo e la sua attività, strettamente legata al conseguimento delle finalità statutarie, ha consentito al prodotto di conquistare uno spazio importante nel mercato nazionale, tanto da essere considerato unanimemente simbolo ed emblema della sua Zona di Origine: la Sardegna.

L’attuale presidente in carica è Antonello Argiolas.

Consorzio per la tutela del formaggio Fiore Sardo DOP

Il consorzio Fiore Sardo nasce per valorizzare il prodotto e vigilare sulla sua qualità.

A difesa del suo buon nome, infatti, il formaggio viene minuziosamente esaminato per verificarne il sapore, il profumo e l’aspetto.

Solo le aziende che rispettano il disciplinare di produzione possono utilizzare il marchio che rappresenta una garanzia per tutti i consumatori.

Il Consorzio ha lo scopo di tutelare e vigilare sulla produzione e il commercio del formaggio Fiore Sardo Denominazione di Origine Protetta (d’ora innanzi detta anche DOP) e sull’uso della sua denominazione; promuovere ogni utile iniziativa intesa a salvaguardarne la tipicità e le caratteristiche peculiari da ogni abuso, concorrenza sleale, contraffazione, uso improprio della DOP, comportamenti vietati dalla legge.

Il Presidente in carica è Antonio Maria Sedda.

OILOS

Oilos è l’Organismo interprofessionale latte ovino sardo composto riconosciuto dal Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

L’Organismo, composto da 25 soggetti ha sede a Oristano presso l’Aras, Associazione Regionale Allevatori.

Ne fanno parte pastori, trasformatori privati e cooperative decideranno finalmente insieme su come amministrare una media di 300milioni di litri di latte a stagione che vengono da circa 3 milioni di ovini allevati in Sardegna.

Oilos nasce formalmente a Oristano da un progetto che ha visto la luce a dicembre 2016.

Fanno parte di Oilos anche i Consorzi di tutela del Pecorino romano, Pecorino e Fiore sardo, e le associazioni di categoria agricola: Coldiretti, Cia, Copagri, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop e AGCI.

Il Presidente è Salvatore Pala.